Logo Moto Yes

Dopo aver pubblicato un articolo sul configuratore BMW del configuratore Ducati, siamo oggi qui con un nuovo approfondimento.

Menu di navigazione dell'articolo

Le moto sono veicoli a due ruote che offrono una grande libertà di movimento e un'esperienza di guida unica. Tuttavia, sono anche oggetti molto appetibili per i ladri. Per proteggere la propria moto dai furti, è importante adottare misure di sicurezza adeguate.

Nel mondo in rapida evoluzione della mobilità urbana e delle avventure su strada, le motociclette si affermano sempre di più come una scelta popolare per il trasporto personale. Che si tratti di un pendolare che si fa strada nel traffico cittadino o di un appassionato che esplora sentieri sconosciuti, le moto offrono un senso di libertà e agilità ineguagliabili. Tuttavia, questa popolarità ha un rovescio della medaglia: un aumento degli episodi di furto. In quest'ottica, l'implementazione di un sistema antifurto efficace non è più un lusso, ma una necessità.

Gli antifurti per moto non sono solo un deterrente per i ladri, ma rappresentano anche un elemento cruciale nella protezione del valore emotivo e finanziario investito dai proprietari nelle loro due ruote. Con la sofisticazione crescente dei metodi di furto, l'adozione di soluzioni antifurto all'avanguardia è fondamentale. Questo articolo esplora perché ogni motociclista dovrebbe considerare seriamente l'installazione di un sistema antifurto, analizzando le varie opzioni disponibili sul mercato e fornendo consigli su come scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze specifiche.

In questo articolo, vedremo quali sono i sistemi di sicurezza moderni e i migliori antifurti per moto.

Le diverse tipologie di antifurto per moto

moto

L’antifurto meccanico

Perfezionato nel corso del tempo per complicare la vita ai ladri, il più rappresentativo di questa categoria resta la classica catena con lucchetto, uno strumento che, se ben scelto e utilizzato, rappresenta un dissuasore tra i più efficaci.

Per la massima protezione è necessario badare a tutti i dettagli riguardo lucchetti e catene moto: la lega deve essere di acciaio speciale, con anelli di almeno 12 mm a sezione poligonale inguainati con un materiale che renda meno efficaci le tronchesi.

Inoltre, va utilizzata in modo da lasciarla sospesa, per evitare che i ladri possano colpirla efficacemente. Analoghe considerazioni per il lucchetto, che deve avere il perno rotante: più difficile da segare.

Dopo la catena l’antifurto meccanico più richiesto è certamente il blocca disco: scegliendo un esemplare tra i top di gamma di ottima marca si ottiene il meglio. Tuttavia, è bene considerare che in alcune regioni i furti di moto sono effettuati da bande organizzate con i furgoni; in tal caso il blocca disco risulta meno efficace della catena, così come tutti gli altri sistemi che non prevedono l’effettivo vincolo della moto a un supporto fisso.

L’antifurto elettronico

Questa categoria di antifurti non ha riscosso grande successo tra i motociclisti, almeno fin quando non sono comparsi i modelli elettromeccanici. Il più diffuso è il blocca disco con detector: consiste in un blocca disco e un sensore di movimento che lo collega tramite cavo al manubrio; qualunque movimento della ruota anteriore comporta l’attivazione di un allarme. 

È più efficace solo se quando scatta il segnale qualcuno prende provvedimenti. Inoltre, non fissa la moto.

Oltre agli antifurti meccanici ed elettronici, esistono altri tipi di sistemi antifurto per moto che possono fornire una protezione aggiuntiva. Ecco alcune alternative:

  • Antifurti GPS: Questi dispositivi permettono di tracciare la posizione della moto in tempo reale. In caso di furto, il proprietario può localizzare rapidamente la moto, aumentando notevolmente le possibilità di recupero. Alcuni sistemi GPS offrono anche funzionalità come la notifica in caso di movimento sospetto.
  • Sistemi di Riconoscimento Biometrico: Anche se meno comuni, alcuni sistemi di sicurezza per moto includono tecnologie biometriche, come il riconoscimento delle impronte digitali, per avviare la moto. Questi sistemi assicurano che solo il proprietario autorizzato possa utilizzare il veicolo.
  • Bloccadisco con Allarme: Una variante dei bloccadisco tradizionali, questi dispositivi includono un allarme che si attiva in caso di tentativo di furto. Il rumore prodotto dall'allarme serve a scoraggiare i ladri e ad attirare l'attenzione.
  • Etichette RFID: Alcune moto possono essere dotate di etichette RFID (Identificazione a Radiofrequenza) che permettono solo agli utenti autorizzati, in possesso di un tag RFID corrispondente, di avviare la moto.
  • Catene con Allarme Integrato: Si tratta di catene antifurto che includono un allarme sonoro. Se qualcuno tenta di manomettere o tagliare la catena, l'allarme si attiva.
  • Sistemi di Immobilizzazione Integrati: Alcune moto moderne vengono equipaggiate con sistemi di immobilizzazione che impediscono l'avviamento del motore senza una chiave autorizzata.
  • App per Smartphone: Esistono applicazioni che permettono di monitorare vari aspetti della sicurezza della moto, inclusa la posizione GPS, e possono inviare notifiche in caso di attività sospette.
  • Coperture per Moto con Allarme: Queste coperture non solo proteggono la moto dagli elementi, ma possono includere anche un allarme che si attiva se qualcuno tenta di rimuovere la copertura.

Ciascuno di questi sistemi ha i propri punti di forza e può essere combinato con altri tipi di antifurti per una protezione ancora più completa. La scelta del sistema antifurto più adatto dipenderà dalle esigenze individuali, dal tipo di moto posseduta e dalle condizioni in cui viene solitamente parcheggiata.

Localizzatori GPS

Un’ulteriore evoluzione è arrivata dall’impiego dei localizzatori GPS, che opportunamente occultati nella moto possono consentirne il ritrovamento. Bisogna però considerare che i ladri si evolvono con la tecnologia e spesso sono preparati a renderla inoffensiva. Per altro con tutta calma, giacché dentro ai furgoni il GPS non prende. 

Localizzatori wifi

Tuttavia, esistono altre soluzioni. Oggi, alcuni dei più evoluti sistemi permettono la localizzazione anche tramite reti telefoniche e Wi-Fi. Questi dispositivi sono più difficili da schermare e c’è qualche chance di beccare i ladri prima che li disattivino.

Una categoria in continua evoluzione, l’antifurto elettronico dovrebbe essere considerato un ausilio complementare a un buon antifurto meccanico. Uno su tutti, la catena.

Tipologie di sistemi di sicurezza moderni per moto

I sistemi di sicurezza per moto si dividono in due categorie principali:

  • Sistemi di sicurezza passivi: sono quelli che impediscono fisicamente al ladro di accedere alla moto o di metterla in moto.
  • Sistemi di sicurezza attivi: sono quelli che intervengono in modo automatico in caso di tentativo di furto.

Sistemi di sicurezza passivi

I sistemi di sicurezza passivi sono i più comuni e semplici da utilizzare. Tra i più diffusi ci sono:

  • Lucchetti: sono il sistema di sicurezza più basico, ma possono essere molto efficaci se di buona qualità. I lucchetti più resistenti sono quelli con arco in acciaio temprato e con una serratura a cilindro.
  • Catene: sono un'alternativa ai lucchetti, ma sono più difficili da trasportare. Le catene più resistenti sono quelle con maglie in acciaio temprato di almeno 16 mm di diametro.
  • Blocca serratura: sono dei dispositivi che bloccano le leve dei freni o del gas, rendendo impossibile la messa in moto della moto.

Sistemi di sicurezza attivi

I sistemi di sicurezza attivi sono più sofisticati e tecnologici rispetto ai sistemi passivi. Tra i più diffusi ci sono:

  • Allarmi: sono i sistemi di sicurezza attivi più diffusi. Sono in grado di emettere un forte suono in caso di tentativo di furto, allertando le persone nei dintorni. Se hai intenzione di installare un allarme, ti consigliamo di valutare anche un antifurto per il casco, uno tra gli accessori per moto più rubati.
  • Tracciatori GPS: sono dei dispositivi che permettono di localizzare la moto in caso di furto.
  • Dispositivi di blocco motore: sono dei dispositivi che bloccano il motore in caso di tentativo di furto.

Quali sistemi di sicurezza scegliere

La scelta dei sistemi di sicurezza moderni per moto dipende da diversi fattori, tra cui:

  • Il valore della moto: un'auto di valore elevato richiederà sistemi di sicurezza più sofisticati.
  • Il luogo in cui si parcheggia la moto: se la moto viene parcheggiata in un luogo poco sicuro, sarà necessario adottare misure di sicurezza più stringenti.
  • Le proprie esigenze personali: alcuni motociclisti preferiscono sistemi di sicurezza semplici e facili da utilizzare, mentre altri preferiscono sistemi più sofisticati e tecnologici.

In generale, ti consigliamo di adottare un mix di sistemi di sicurezza passivi e attivi. In questo modo, si potrà aumentare notevolmente la probabilità di scoraggiare un tentativo di furto.

Suggerimenti per proteggere la moto dai furti

Oltre all'adozione di sistemi di sicurezza, è possibile seguire alcuni suggerimenti per proteggere la moto dai furti. Questi suggerimenti sono importanti anche se si utilizzano sistemi di sicurezza moderni per moto, poiché possono aiutare a scoraggiare i ladri e rendere più difficile il furto della moto.

Attento a dove parcheggi

Il parcheggio è uno dei momenti più a rischio per le moto. I ladri preferiscono colpire le moto che sono parcheggiate in luoghi poco illuminati e poco frequentati.

Per questo motivo, è importante parcheggiare la moto in un luogo sicuro, preferibilmente in un garage o in un parcheggio custodito. Se la moto deve essere parcheggiata in strada, è importante scegliere un luogo ben illuminato e affollato.

Inoltre, è importante non lasciare mai la moto con le chiavi inserite nel cruscotto o nel bauletto, anche se hai intenzione di restare nelle vicinanze. I ladri possono rubare la moto in pochi secondi, se le chiavi sono a portata di mano.

Sicurezza personale

È importante essere consapevoli del proprio ambiente e prestare attenzione a persone o veicoli sospetti. Se si vede qualcuno che sta cercando di rubare una moto, è importante chiamare immediatamente la polizia.

Segnalazione

Se ormai il danno è fatto e la moto è già stata rubata, è importante segnalare il furto della moto alla polizia il prima possibile. La polizia può utilizzare le informazioni fornite per cercare la moto e arrestare i ladri.

Leggi e normative sulla sicurezza delle moto

Una corretta comprensione delle leggi e delle normative locali è fondamentale difendere la moto dai furti. Le disposizioni legislative variano notevolmente da una regione all'altra, ma esistono alcune linee guida comuni che i motociclisti dovrebbero considerare.

  • Obbligo di Dispositivi Antifurto: In molte giurisdizioni, esiste un obbligo legale per i motociclisti di dotare le proprie moto di dispositivi antifurto approvati. Questi dispositivi possono includere lucchetti ad alta sicurezza, sistemi di allarme, o addirittura requisiti specifici per l'installazione di sistemi di localizzazione GPS. Assicurati di essere a conoscenza di queste norme e rispettale per evitare sanzioni e difendere la moto dai furti.
  • Incentivi Fiscali e Agevolazioni: Alcune regioni offrono incentivi fiscali o agevolazioni per i proprietari di moto che installano dispositivi antifurto approvati. Questi vantaggi possono ridurre i costi associati all'acquisto e all'installazione di tali dispositivi, fungendo da incentivo per una maggiore sicurezza. Controlla con le autorità locali per scoprire se puoi beneficiare di tali agevolazioni.
  • Parcheggio Designato e Sicuro: In molte aree urbane, esistono leggi che regolamentano il parcheggio delle moto. Alcuni comuni offrono parcheggi specifici e sicuri per le due ruote, spesso sorvegliati o situati in zone ben illuminate. Conoscere e rispettare queste leggi non solo difendere la moto dai furti, ma contribuirà anche a mantenere un ambiente urbano più sicuro per tutti.
  • Registrazione e Documentazione: In alcuni luoghi, è richiesta la registrazione dei dispositivi antifurto presso le autorità competenti. Assicurati di rispettare questi obblighi e di mantenere la documentazione in regola per evitare possibili problemi legali. La corretta registrazione può facilitare il recupero della moto in caso di furto.
  • Patenti e Formazione: In alcune regioni, il possesso di una patente specifica o la partecipazione a corsi di formazione sulla sicurezza possono essere obbligatori. Queste iniziative non solo migliorano le tue abilità di guida ma possono anche sensibilizzarti sulle pratiche sicure per proteggere la tua moto.

Rimani sempre informato sulle leggi e le normative locali relative alla sicurezza delle moto. Mantenere la tua moto in conformità con queste disposizioni non solo ti proteggerà legalmente ma contribuirà anche a garantire la tua tranquillità mentre godi delle tue avventure su due ruote.

FAQ

Cosa si intende per lucchetto per moto nel contesto della difesa dalla moto dai furti?

Il lucchetto per moto è un dispositivo di sicurezza utilizzato per bloccare fisicamente la moto e renderla più difficile da rubare. Può essere utilizzato per bloccare la ruota della moto o per fissarla a un oggetto fisso, come un palo o una rastrelliera per biciclette.

Come funziona un allarme antifurto?

Un allarme antifurto per moto è un dispositivo che emette un suono forte quando rileva un tentativo di furto. Può essere attivato da vari sensori, come sensori di movimento o sensori che rilevano quando la moto viene sollevata. L'allarme può scoraggiare i ladri e attirare l'attenzione su un tentativo di furto.

Qual è il ruolo del sistema di localizzazione GPS?

Un sistema di localizzazione GPS per moto è un dispositivo che utilizza il sistema di posizionamento globale (GPS) per tenere traccia della posizione della moto. Se la moto viene rubata, il sistema GPS può aiutare a localizzare e recuperare la moto.

Cosa si intende per parcheggio sicuro?

Un parcheggio sicuro per moto è un luogo dove è meno probabile che la moto venga rubata. Può trattarsi di un parcheggio sorvegliato, di un garage chiuso o di un'area ben illuminata con un elevato passaggio di persone. Parcheggiare la moto in un luogo sicuro può ridurre il rischio di furto.

Come può la copertura assicurativa aiutare a difendere la moto dai furti?

Una copertura assicurativa può proteggere finanziariamente il proprietario della moto in caso di furto. Alcune polizze assicurative possono coprire il costo di sostituzione della moto o il costo di riparazione dei danni causati dal tentativo di furto.

Come l'identificazione del veicolo può aiutare?

L'identificazione del veicolo può rendere più facile il recupero della moto in caso di furto. Ciò può includere l'uso di numeri di telaio univoci, marcature di sicurezza o etichette RFID che possono aiutare la polizia a identificare la moto rubata.

Cosa si intende per blocco del disco?

Un blocco del disco è un tipo di lucchetto che si attacca al disco del freno della moto, rendendo impossibile per la moto essere spinta via. Questi blocchi sono spesso compatti e portatili, rendendoli un'opzione popolare per la sicurezza delle moto. Alcuni modelli includono anche funzioni di allarme per un ulteriore livello di protezione.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog Redazione di ElaMedia.